pias® – risparmiare tempo e denaro grazie alle efficienti viti autoforanti

0
1135
NEUER_Header_Pias

Quando si tratta di forare, contano specialmente due cose: si deve fare subito e deve tenere a lungo senza danneggiare il pezzo.

Con l’innovativo concetto pias®/piasta® di Würth lo potrete ottenere molto facilmente, per cui l’avvitamento di viti in substrati metallici diventa un’esperienza completamente nuova.

Quali differenze ci sono tra le viti pias®?

In linea di principio si distinguono due diverse varianti delle viti pias®:

  1. piasta®

    Sezione del rivestimento in Ruspert
    Sezione del rivestimento in Ruspert
    Dall’alto verso il basso.:
    • Rivestimento lamellare in zinco-alluminio
    • Agente di accoppiamento
    • Zinco metallico
    • Substrato

La vite autoforante piasta® viene utilizzata in tutti i casi in cui occorre lavorare acciaio inox spesso fino a 12 mm. È inoltre particolarmente adatta per il montaggio all’aperto, in quanto è estremamente resistente alla corrosione e agli agenti atmosferici grazie allo speciale rivestimento in Ruspert Würth. Il rivestimento sopprime inoltre la tendenza alla saldatura a freddo dell’acciaio inox. La seconda particolarità della vite piasta® sono la sua punta realizzata in bimetallo e i suoi primi due passi della filettatura che assicurano caratteristiche del materiale ancora più dure della vite autoforante.

 

  1. pias® Standard
Vite autoforante pias in acciaio zincato con intaglio
Vite autoforante pias in acciaio zincato con intaglio

 

 

La vite autoforante pias® standard può essere suddivisa in altre due versioni. Da un lato c’è la variante A2 che serve esclusivamente per lavorare alluminio o materiale sintetico. La versione zincata della vite pias® viene invece usata per materiale zincato. Entrambe le viti pias® possono essere utilizzate per materiali di spessore massimo di 6,5 mm.

 

 

Quale vantaggio offrono le viti pias® e piasta® rispetto alle viti autoforanti convenzionali?

Vite per la costruzione di facciate piasta con punta autoforante ridotta
Vite per la costruzione di facciate piasta con punta autoforante ridotta

Di solito per praticare un foro convenzionale sono necessari quattro mezzi di lavoro: un martello, un bulino, una punta e una vite. Utilizzando le viti autoforanti pias®, tutto questo può essere ridotto molto facilmente a un unico mezzo ausiliario “3 in 1” e la foratura, la maschiatura e l’avvitamento possono essere eseguiti in un’unica fase di lavoro – non solo risparmierete un’enorme quantità di tempo, ma ridurrete nettamente anche i costi da sostenere.

I vantaggi a colpo d’occhio:

  • È necessario 1 solo utensile (avvitatore o avvitatore a batteria)
  • Foratura e avvitamento in un’unica fase di lavoro
  • Non sono necessarie carotatrici
  • Risparmio di tempo di almeno il 50% rispetto ad altre viti per lamiera
  • Ottimali prestazioni di foratura – con ogni punta autoforante si realizza un nuovo foro

 

AW® – il gambo con più power!

Sistemi di gambo finora adottati
Sistemi di gambo finora adottati
Gambo AW®
Gambo AW®

Le viti autoforanti pias® e piasta® possiedono un innovativo sistema di gambo: il sistema AW®. I vantaggi rispetto al sistema di gambo finora adottato sono i seguenti:

  • Migliore trasmissione della forza grazie alla dentatura conica
  • Maggiore durata grazie all’accoppiamento ottimale
  • Centraggio ottimale grazie all’andamento conico dell’inserto
  • Massima superficie di contatto dell’inserto nel gambo della vite
  • Forze di espulsione uguali a zero. La distribuzione uniforme della forza evita di arrecare danni allo strato superficiale e garantisce così una maggiore resistenza alla corrosione
  • Applicazione sicura della vite
  • Svitamento dell’inserto quasi assente

In breve: il gambo AW® abbina i vantaggi di un gambo con intaglio a croce e di un gambo Torx:

Profilo AW®
Profilo AW®

Cosa è necessario tenere presente nell’uso?

Per l’utilizzo di una vite autoforante pias® o piasta® è ovviamente necessario considerare in primo luogo il materiale da lavorare. Inoltre la vite deve avere la corretta lunghezza: se la punta autoforante è troppo corta, all’avvitamento si genera un avanzamento forzato e non è possibile realizzare un collegamento regolare. Per ottenerlo, la punta autoforante deve essere più lunga dello spessore della lamiera da lavorare (il materiale non deve essere più spesso della lunghezza della punta autoforante).

Uso errato della vite pias
Uso errato della vite pias
Uso corretto della vite pias
Uso corretto della vite pias

 

 

 

 

 

 

Altri fattori da tenere presenti sono:

  • Il materiale dei componenti da lavorare
  • La vite viene applicata al coperto o all’aperto?
  • Qual è lo spessore dei componenti?

Consiglio dei professionisti:

Utilizzate un portainserti senza magnete, altrimenti i trucioli restano attaccati alla vite!

Conclusione

Con una vite autoforante pias® o piasta® si può risparmiare molto tempo e denaro senza per questo ridurre la qualità dei risultati.

Speciale& unica nel suo genere per attacco e qualità della punta autoforante

Contattateci per porre domande sull’utilizzo e sull’individuazione della vite autoforante adatta al vostro caso. Saremo lieti di consigliarvi!


Accessori adatti per le viti autoforanti pias®/piasta®

 

 

avvitatore a batteria per costruzioni a secco BS 18-A EC Compact
Avvitatore a batteria per costruzioni a secco BS 18-A EC Compact

 

 

Ulteriori informazioni sull’avvitatore a batteria per costruzioni a secco BS 18-A EC Compact (capacità della batteria a libera scelta grazie al sistema Pick your Power)

 

 

 

 

 

AW_20_Bit
AW 20 Bit

 

Sono necessarie meno grandezze diverse degli inserti grazie al profilo AW di Würth (per ulteriori informazioni guardate qui)

 

 

 

 

 

Beitrag teilen auf:
Bloggt über Produktneuheiten, Anwendungsbeispiele und Tipps & Tricks | Écrit sur de nouveaux produits, des exemples d'application et des trucs et astuces | Scrive su nuovi prodotti, esempi di applicazione, consigli e trucchi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here